Fashion week fuori calendario

E’ stata una fashion week fuori calendario quella che si è appena conclusa, che ha visto diversi brand, come Chanel, Pucci, Giorgio Armani, Maison Valentino e Jacquemus, presentare collezioni speciali e progetti esclusivi in location da sogno.

CHANEL

Chanel sceglie l’Africa, presentando la sua collezione Métiers d’Art 2022/2023 a Dakar, in Senegal, con uno show che ha reso omaggio all’energia artistica e culturale della città.

Il progetto sposa i codici emblematici della maison con le tecniche sartoriali locali: abiti, tailleur, pantaloni a zampa, cappotti avvitati, camicie oversize, sandali con plateau. E’ l’emblema di uno scambio culturale tra perle, tweed e l’iconica camelia e stampe floreali, paillettes, pizzo e colori vividi che rimandano all’Africa.

Oltre che una scelta dettata dall’inconfutabile bellezza del luogo, il savoir faire dei suoi Métiers d’art è stata fonte di ispirazione per la creative director della maison, Virginie Viard. Ad ispirarla anche chiare vibes anni Settanta, con richiami al pop, funk, disco, soul e punk.

Metiers d’Art – Chanel

PUCCI

Pucci ha celebrato il legame del brand con il mondo dello sci a St. Moritz con una speciale capsule collection Pucci x Fusalp

Lo ski heritage della maison e la passione per lo sci del suo fondatore si fondono in una collezione skiwear altamente performante realizzata insieme al brand Fusalp, che compie 70 anni, e alla direttrice creativa di Pucci, Camille Miceli, rielaborando l’iconica stampa marmo della maison.

La collezione riprende ed omaggia le tute da sci che negli anni ’50 venivano cucite da sarte fiorentine e fatte indossare dalle amiche del couturier.

GIORGIO ARMANI

Stessa località anche per Giorgio Armani, che ha scelto St. Moritz per presentare la sua linea Armani Neve. 

Re Giorgio inietta nuova linfa nella sua linea Neve e la rende fruibile per diversi contesti. Sport ed eleganza, natura e sostenibilità, essenzialità e raffinatezza: ecco i punti essenziali della collezione, che si propone di portare lo skiwear anche in città.

Una palette neutra, in linea con l’heritage del brand e materiali ricercati invadono il bianco del paesaggio innevato, scelto come location per l’evento. La scelta di sfilare all’aperto si traduce come supporto alla donazione del brand a MortAlive, progetto svizzero nato per la tutela dei ghiacciai e per garantirne la salvaguardia a lungo termine in tutto il mondo.

MAISON VALENTINO

Sempre in una meta montana e mondana, anche Maison Valentino ha presentato la sua Party Collection 2022

La maison ha conquistato le vette di Cortina D’Ampezzo con una collezione super glamour: dall’8 al 10 dicembre ha colorato il rifugio Ria De Saco di oro, viola, verde e altre tonalità caleidoscopiche.

Dalle vette delle Dolomiti, ospiti e sciatori hanno trascorso giornate di tradizioni natalizie reinterpretate in chiave moderna, partecipando a cocktail party circondati ed investiti di paillettes. La capsule pullula di look da sera impreziositi da strass, capi in tweed bouclé multicolor e tessuti scintillanti.

LAST BUT NON LEAST: JACQUEMUS

Non in montagna, ma coerente a se stesso, Jacquemus presenta la sua SS23 come l’ennesimo inno alla sua amatissima Provenza. Con Le Raphia, però, Jacquemus mette da parte se stesso e fa una dichiarazione d’amore al suo materiale di rappresentanza, la rafia, una fibra vegetale che ricorda le vene terrose, arse ma fertili, del sud della Francia.

Con i suoi iconici cappelli intrecciati, le sue borse da gomito de la plage à jour e il solito allure francese che dalla spiaggia arriva senza stress alla mise leggera da promenade sul lungomare, ancora una volta Simone Jacquemus riesce ad affascinare tutti.

Arianna Chirico

Photo: Instagram